Studio Fisiotherapy | Terapia Fisica
376
page-template-default,page,page-id-376,page-child,parent-pageid-270,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive
 

Terapia Fisica

ONDE D’URTO

La terapia ad onde d’urto è un dispositivo multidisciplinare utilizzato in ortopedia, fisioterapia e medicina sportiva. E’ principalmente utilizzata per il veloce sollievo dal dolore e il ripristino della mobilità. Oltre ad essere una terapia non chirurgica, non necessità di antidolorifici ed è ideale per accelerare il recupero e curare svariate indicazioni causate da dolore acuto o cronico.

ELETTROTERAPIA

La somministrazione di correnti elettriche ai tessuti biologici può avere finalità antalgiche, trofiche, stimolanti, oppure può essere utilizzata per permettere il passaggio transcutaneo di preparati medicamentosi. Fanno parte delle elettroterapie: la TENS, la IONOFORESI, l’ELETROSTIMOLAZIONE MUSCOLARE.

ULTRASUONO

L’ultrasuonoterapia utilizza come energia delle vibrazioni acustiche non percettibili dall’orecchio umano. Le vibrazioni prodotte dagli ultrasuoni producono sia un effetto meccanico che un effetto termico (anche freddo).

Le tecniche di applicazione sono essenzialmente due:

  1. ad immersione (in acqua)
  2. per contatto

L’Ultrasuonoterapia, avendo potere antalgico e antiinfiammatorio, è indicata per rilassare muscoli contratti e per produrre un effetto antalgico per il trattamento di patologie quali: capsuliti, tendiniti, borsiti, artrosi, ematomi organizzati, infiammazioni articolari, tessuti cicatrizzati, flogosi.

LASER ALTA POTENZA

Il Laser, come la luce diffusa, emette fotoni (particelle del campo elettromagnetico) che vanno ad interagire con i tessuti apportando sia effetti termici che effetti fotochimici sull’organismo.

La radiazione laser penetra i tessuti e provoca delle reazioni biochimiche:

  • Vasodilatazione: aumento del calore locale, stimolazione neuro vegetativa con effetti antiflogistici, antiedema, eutrofici e stimolanti per il tessuto cellulare.
  • Stimolazione metabolica:aumento delle richieste metaboliche cellulari, maggior assorbimento del liquidi con effetti riduttivi per gli edemi e attivazione per il ricambio cellulare.
  • Aumento del drenaggio linfatico.

Queste reazioni si traducono in un importante effetto antinfiammatorio e antalgico.

Indicazioni

L’applicazione del LASER risulta particolarmente indicata nelle patologie di tipo infiammatorio, da sovraccarico funzionale o da traumatologia generale quali: artrosi, neuriti , tenosinoviti, tendiniti, borsiti, fasciti plantari, contratture, stiramenti e strappi muscolari, distorsioni, contusioni, metatarsalgie.

Durante la riabilitazione motoria post-chirurgico, post-rimozione di gessature o fasciature rigide come antinfiammatorio.

Per lo sportivo è importante ricorrere ad un trattamento laser immediato in caso di infiammazione per poter riprendere il più presto la propria attività e per evitare che il problema diventi cronico.